Non siamo un partito, non siamo una casta, siamo cittadini punto e basta.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Pin It Share 0 LinkedIn 0 Buffer 0 Filament.io 0 Flares ×

COMUNICATO POLITICO DEL MOVIMENTO 5 STELLE ISOLA D’ISCHIA
in risposta al comunicato stampa del Movimento Popolare per i trasporti marittimi a firma del coordinatore Nicola Lamonica

E’ enormemente spiacevole sentirsi aggrediti, dopo giorni da una manifestazione che ci ha visti uniti, sebbene con alcune divergenze, e che ha portato ad innegabili risultati.
I ragazzi del Movimento 5 Stelle sono scesi in piazza da cittadini, consapevoli di quanto una causa come quella dei trasporti marittimi unisca tutti, senza colore, senza simbolo, senza partito, senza movimento, senza la necessità di rivendicare alcuna appartenenza politica, ma solo ed esclusivamente difendendo la propria dignità di cittadini. Sapevamo che ogni bandiera, ogni colore avrebbe inevitabilmente allontanato e fuorviato il cittadino, rendendo insignificante la giusta causa per la quale invitavamo alla mobilitazione.

Questa nostra posizione è stata più volte sottoposta al direttivo (di cui facciamo parte) del Movimento (nato su nostro suggerimento ed iniziativa), ribadendo che ogni singolo gruppo ad esso aderente, avrebbe potuto promuovere come meglio credeva la manifestazione, ma che nel giorno prefissato ognuno di noi scendeva in piazza da cittadino, senza bandiere e senza simboli. In cambio abbiamo ricevuto solo silenzio, come silenzio vi è stato alla nostra richiesta di maggiore collaborazione nell’organizzazione e promozione dell’evento, a cui i ragazzi del Movimento 5 stelle hanno dedicato, tempo, impegno, lavoro e danaro.

Il resto, all’infuori di virtuose, ma rare eccezioni, ha sin dalla seconda riunione mostrato inerzia ed esclusiva volontà di far apparire il proprio simbolo sul volantino, senza però far seguire ad esso un reale e fattivo impegno se non al momento della piazza, delle foto, dei ringraziamenti, delle bandiere, delle tv e dell’inutile pavoneggiarsi agli occhi dei presenti, utilizzando un linguaggio ed un atteggiamento preistorico che ha demotivato i presenti, esplosi invece in un poderoso applauso alla richiesta di ammainare le bandiere.

Le stesse Istituzioni che hanno aderito, all’infuori del Comune di Barano, che ha finanziato senza esitazione la stampa di volantini e locandine, hanno latitato per tutta la fase organizzativa, senza nemmeno farci pervenire autorizzazione scritta alla promozione con megafoni della manifestazione, esponendoci al serio rischio di ricevere multe.

Il video di censura fascista, come è stato definito, è frutto del nostro solo ed esclusivo lavoro, come molto della manifestazione, a cui abbiamo lavorato con dedizione ed impegno, ricevendo in cambio dissociazioni sbandierate a più non posso, per mera propaganda ed opportunismo politico come il PCML dei Savio, o voltafaccia ad orologeria come il Comitato Casa, ed infine questa pugnalata alle spalle dello stesso coordinatore, che ha ampiamente dimostrato di non essere in grado di ricoprire questo delicato ruolo, forse anche perchè stanco dei soliti provincialismi che la scena politica isolana offre.

Ci dispiace enormemente appurare che il dialogo politico tra forze presenti sul territorio deve far fronte alle solite beghe e personalismi da quattro soldi. Continueremo a lavorare alla nostra maniera con dedizione e fondamentalmente ribadendo le stesse cose dette durante la Manifestazione del 31/08/2010 in merito alla causa trasporti marittimi, ma con le giuste misure che dichiarazioni dello stampo di quelle diffuse aiutano ad avere.-

Non siamo un partito, non siamo una casta, siamo cittadini punto e basta.

Movimento 5 Stelle Isola d’ Ischia

Loro non si arrendono? Noi li costringeremo a farlo!!!!!!

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *