Luciano Venia scrive a Mario Goffredo e Nicola Lamica. Ricucire le divisioni

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Buffer 0 Filament.io 0 Flares ×

A Mario Goffredo – Movimento 5 stelle e a Nicola Lamonica – Autmare
Sono venuto a conoscenza di un dissenso e infine di una divaricazione all’interno del movimento popolare sui problemi del trasporto marittimo in relazione all’ostentazione di bandiere nel corso della manifestazione unitaria del 31 ultimo scorso ad Ischia. Premesso che ho partecipato a tale evento come ospite, non avendo formalizzato l’adesione al comitato promotore, ed ho tenuto un contegno di serena partecipazione senza ricercare microfoni e notorietà (ne ho già sufficiente) anche io ho ritenuto errato un tentativo goffo di colorare la manifestazione; tuttavia essendo adulto non mi scuote dalle mie convinzioni una bandiera diversa dalla mia. Ma certo occorre rispetto per tutti e soprattutto degli amici 5 stelle che con garbo hanno insieme ad altri richiesto di non recare simboli di partito al corteo. Poichè riconosco all’amico Nicola Lamonica un ruolo importante nella vertenza dei trasporti da anni ed ho apprezzato la grinta e l’energia pulita del movimento a 5 stelle mi permetto allora di propormi come megafono della volontà degli utenti, anche come fondatore di DIFENDIAMO LA CAREMAR che svolge un prezioso lavoro di informazione sui temi e di elaborazione giuridica senza ambizioni di notorietà e riflettori, per CHIEDERE ALL’AUTMARE e per essa al Presidente Lamonica ed al Movimento 5 stelle e per esso a Mario Goffredo di riannodare i fili del dialogo e ritrovare cooperazione e condivisione. La proposta è la seguente: fare in modo alle prossime iniziative di non frapporre ostacoli alla partecipazione di movimenti, partiti e sindacati purchè essi non assumano la testa del corteo e soprattutto non li esibiscano quando il proprio rappresentante gestisce il microfono e la manifestazione.Aspetto una vostra riflessione sulla nostra proposta

Dott. Luciano Venia

DIFENDIAMO LA CAREMAR

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *