Lettera aperta al sindaco e ai cittadini dell’isola

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 Pin It Share 0 LinkedIn 0 Buffer 0 Filament.io 0 Flares ×

Ne ammazzate uno, date forza a cento, mille, un milione

Come cittadini onesti di questa isola, scriviamo questa lettera all’indomani dell’incontro pubblico tenutosi all’albergo la Vigna dal titolo “Sogno e son desto: le scelte possibili per un futuro migliore e sostenibile”, dedicato alla memoria del sindaco di Pollica.

Scriviamo a tutti coloro che con dedizione e con impegno vivono con dignità ed orgoglio la propria vita, prodigandosi affinché il buon senso, il rispetto di sé, degli altri e dell’ambiente che ci circonda diventi la base di un benessere diffuso e condiviso.

A questa categoria apparteneva a pieno titolo Angelo Vassallo, Sindaco di Pollica (Sa), un Comune Virtuoso del salernitano che, proprio grazie alla politica oculata e sensata del proprio sindaco, ha raggiunto qualità sociali pregiate ed in quanto tali, scomode a qualcuno.

Angelo Vassallo è stato ammazzato, crivellato di proiettili, mentre era di ritorno a casa.

Un comune virtuoso, amministrato con coraggio e concretezza da una classe dirigente locale che aveva deciso di non sottostare alle regole non scritte che regolano, appunto, il modo di gestire la “cosa pubblica” e farsi rappresentanti dello Stato.

Un comune normale, amministrato da persone normali, niente santi né eroi, beninteso, ma maledettamente rivoluzionario e controcorrente in questa Italia di disonesti e incompetenti, dove fanno carriera i funzionari di partito e i bottegai di corrente… Dove il buonsenso suona come una rivoluzione da contrastare ad ogni costo, perché contagioso come un virus inarrestabile.

Non può essere allora un caso che solo poche settimane fa un altro comune virtuoso, Camigliano, è stato punito dallo Stato vero per essere troppo virtuoso. Non con la vita, ma con lo scioglimento del consiglio comunale e la destituzione del sindaco Vincenzo Cenname.

A voi, concittadini chiediamo di testimoniare con forza la vostra indignazione per una violenza tanto inaccettabile perché diretta ad una persona giusta e valorosa, come poche si possono contare nelle amministrazioni della nostra disgraziata Regione.

Al Sindaco e agli amministratori dell’Isola, chiediamo di reagire con forza ed ufficialità ad un gesto così violento della parte malata della nostra società, che infetta molto del potere amministrativo locale.

Come MoVimento 5 Stelle Isola di Procida lavoreremo per istituire una serie di incontri e laboratori che completino un percorso intitolato proprio ad Angelo Vassallo, affinché le sue idee di sostenibilità, gestione del fabbisogno energetico con energie rinnovabili, freno al cemento, autosufficienza alimentare, mobilità sostenibile diventino la stella polare di una nuova politica, di cui Vassallo è stato mirabile interprete e pioniere.

Adesso ammazzateci tutti !

Come funghi prolificheremo. Ne ammazzate uno, date forza a cento, mille, un milione.

MoVimento 5 Stelle Isola di Procida

Ecco 3 punti che seguivo e che vedo paralleli per l’ Isola d’ Ischia , che porteranno a questi comuni del Cilento obiettivi di risparmio significativo per il territorio , rilancio delle fonti energetiche alternative e di una economia leggera che si armonizza con gli indirizzi di sviluppo di un’area protetta di particolare pregio storico, culturale e naturalistico.

1. risparmio energetico e riduzione dell’uso delle fonti fossili .

2. uso razionale dell’energia ed efficienza energetica .

3. uso delle fonti energetiche rinnovabili .

Spero che ci si accorga che oltre al manifestare cordoglio ad Angelo Vassallo , ci si renda veramente conto di come si operi per il rispetto del territorio e del cittadino.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *