Elezioni 2013. Scrutatori? Pari dignità e pari opportunità a tutti i cittadini!

1 Flares Twitter 1 Facebook 0 Google+ 0 Pin It Share 0 LinkedIn 0 Buffer 0 Filament.io 1 Flares ×

Il Movimento 5 Stelle Isola di Procida chiede con forza al Comune di Procida, che la selezione, prevista per le prossime Elezioni Politiche del 24 e 25 Febbraio prossimi, degli scrutatori iscritti all’Albo Unico avvenga tramite sorteggio casuale in seduta pubblica.
A tal proposito nelle prossime ore depositerà al protocollo generale formale domanda al sindaco Vincenzo Capezzuto .

In particolare i candidati isolani del “MoVimento 5 Stelle” chiedono di dare pari opportunita’ a tutti i cittadini indipendentemente dalle loro “amicizie“.
Si auspica che non prevalga anche questa volta la mentalità arbirtraria del sistema partitico che vuole una chiamata diretta e nominativa anziché un sorteggio pubblico per la nomina dello scrutatore di seggio.
Vogliamo ripristinare semplicemente un diritto elementare:

“Pari Dignità e Pari Opportunità a Tutti i Cittadini“.

E’ il sistema 5 Stelle! Quello basato sul merito e sull’eguaglianza di tutti i cittadini in situazioni oggettivamente uguali.

=================

INFO GIURIDICHE

=================

In passato la nomina avveniva tramite sorteggio casuale al computer (legge 95/1989), mentre attualmente la chiamata è diretta e nominativa (ovvero non casuale) (legge 270/2005). La riforma segna un ritorno al sistema in vigore dal 1948 al 1992, che prevedeva una ripartizione degli scrutatori proporzionale ai voti dei partiti nella precedente elezione.

La nomina dello scrutatore di seggio è compito della commissione elettorale comunale presso il comune di residenza degli aspiranti, e assegna gli incarichi per tutte le sezioni elettorali presenti nel territorio del comune. Comunicazione della riunione è affissa due giorni prima nell’albo pretorio dell’edificio comunale.

La commissione deve votare all’unanimità un insieme di persone fra gli iscritti all’albo. Qualora dopo le prime due votazioni non si raggiunga l’unanimità, ogni membro della commissione può proporre 2 nomi e si vota a maggioranza. In caso di parità dei voti, è proclamato eletto il più anziano di età.

La commissione elettorale comunale può adottare un criterio misto di merito e reddito, chiamando giovani studenti, disoccupati o persone con bassa pensione, e un elevato grado di scolarità. L’incarico elettorale è anche visto come un primo modo per avvicinare i giovani alla politica. Un secondo criterio possibile è quello di bilanciare persone alla prima esperienza elettorale con altre che in passato hanno già svolto l’incarico, e di bilanciare l’assegnazione a persone con tessere di partito, che dichiaratamente appartengono ad uno schieramento, in modo da garantire una rappresentanza a maggioranza e opposizione.
A questa forma di equilibrio politico, spesso critica nella valutazione delle schede elettorali da annullare, può contribuire la partecipazione del rappresentante di lista.

ALTRE INFO:
http://it.wikipedia.org/wiki/Scrutatore_di_seggio

Informa i tuoi amici. Diffondi l’articolo!

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *