Abusivismo edilizio . Solidarietà ai più deboli e condanna degli speculatori

7 Flares Twitter 1 Facebook 6 Google+ 0 LinkedIn 0 Buffer 0 Filament.io 7 Flares ×

Il M5S procida e ischia esprimono piena solidarietà a coloro che sono vittime casuali di un processo contorto partito parecchi anni fa e tutt’ora in corso, atto solamente a favorire vantaggi alla classe politica ai danni del cittadino.
La nostra posizione è, che atti di questo tipo, che producono piaghe sociali e problemi ambientali legate allo smaltimento dei materiali di risulta, debbano cessare fino a quando non sarà stabilità una misura di equità sociale ammonendo non solo chi abbia compiuto l’abuso ma soprattutto chi in passato, giocando sull’ignoranza, ha permesso e coperto gli illeciti in cambio di voti e/o favori personali.

Per questo il movimento 5 stelle ha organizzato in Campania un laboratorio per la definizione di una proposta, partita proprio dagli attivisti dell’isola d’Ischia, che dia una vera risposta politica alla situazione dell’abusivismo edilizio, per la prima casa se abitata.
Tale proposta abolisce definitivamente la parola condono, schiava di una politica bugiarda e menzognera, ma che dà la possibilità, previo accertamento sulle situazioni idrogeologiche, di riscattare la propria abitazione attraverso interventi mirati a rendere il manufatto abusivo consono all’ambiente che lo circonda provvedendo all’auto-produzione di energia, alla micro-depurazione delle acque, all’abbellimento estetico, e molto altro.
Sfortunatamente, benché tale protocollo sia nato nel 2010 evolvendosi da allora fino alla stesura attuale, il movimento 5 stelle, in Campania,non ha ricoperto fin’ora incarichi di governo né a livello comunale , né regionale. Così come manco ricopre alcun ruolo di governo a livello nazionale.
Ecco perché, impossibilitati ad esprimere tali volontà politiche nate da discussioni tra cittadini in rete, chiediamo alla categoria degli avvocati procidani e all’amministrazione del medesimo comune di considerare il caso della sig.ra Elizabeth quale ‘Pro Bono’ e di ingegnarsi collaborativamente acché si giunga rapidamente ad un provvedimento di sospensione della demolizione.
Diano questo segnale con forza se davvero vogliono smentire il senso di sfiducia nella politica e nei politici, che la cittadinanza, anche alle ultime elezioni, ha dimostrato con l’esito del voto.
Movimento 5 stelle Isola d’Ischia Movimento 5 stelle Procida

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *