Vantaggio e Compostaggio

Ognuno di noi produce ogni giorno  circa 1,5 kg di rifiuti; ognuno di noi dunque deve fare la sua parte per gestire correttamente quello che scarta, permettendo la valorizzazione della ricchezza contenuta nei rifiuti.
Di questo 1,5 kg circa, il 30% è costituto da componente organica , per lo più scarto dei cibi, fondi di caffè, bucce, etc…., questa parte del rifiuto è detta umido e rappresenta la parte fortemente biodegradabile dei rifiuti.

Il nostro contributo per migliorare l’ambiente, piccoli gesti quotidiani in grado di fare la differenza.

Ad esempio in casa, quanti di noi fanno il compostaggio? Eppure con poche e semplici regole possiamo realizzare una compostiera dando il nostro piccolo contributo all’ambiente.

Vediamo come con semplici regole è possibile un compost di qualità.

Innanzitutto per la buona riuscita del nostro progetto è importante che siano presenti determinate condizioni atmosferiche favorevoli alla decomposizione delle sostanze che permettono la formazione di un compost di qualità; per questo i materiali scelti dovranno essere regolarmente innaffiati, mescolati e ricomposti, aggiungendo se possibile alcuni prodotti come acqua e segatura che evitano la formazione di cattivi odori.

ECCO UN ELENCO DEI RIFIUTI CASALINGHI ,OTTIMI ED AI LIMITI DEL BUONO DA DESTINARE AL COMPOSTAGGIO :

• scarti di frutta e verdura, scarti vegetali di cucina.

• pane raffermo o ammuffito, gusci d’uova e ossa ridurre prima in piccoli pezzi.

• fondi di caffè, filtri di tè si può riciclare anche il filtro.

• fiori recisi appassiti, piante anche con pane di terra.

• fogliame, segatura e paglia ottimo materiale secco.

• tagli d’erba, erbacce, scarti di giardino e orto.

• rametti, trucioli, cortecce e piccole potature.

• carta comune, cartone, fazzoletti di carta, carta da cucina non unta, salviette, resti di lana,sono un ottimo materiale secco che è preferibile sminuzzare prima.

• pezzi di legno o foglie non decomposti presenti nel compost maturo.

• bucce di agrumi non trattati.

• piccole quantità di cenere di legna la cenere contiene molto calcio e potassio.

• avanzi di carne, pesce, salumi e formaggi, attirano cani e gatti(si fa prima a darlo ai propri o in pineta), eventualmente coprire con altro materiale.

Compostiera da giardino auto-costruita da 120 lt.

-1°parte- Continua a leggere

“Sogno e son desto”

A voi che leggete, voglio condividervi un sogno perchè questo credo sia il modo migliore per renderlo vero, concreto.
Lo scorso anno il 3 e 4 ottobre, il convegno organizzato dall’Associazione MAIA e altre associazioni, sui Comuni Virtuosi dal titolo: “Un sogno in… Comune
Percorsi virtuosi nel paesaggio delle Pubbliche Amministrazioni” Ebbene è passato un anno e credo l’esigenza che questi temi e la consapevolezza che essi possano davvero determinare il cambiamento, sembra davvero cresciuta, vista anche la situazione che vive la nostra piccola comunità, isolana. Da questa esigenza è nato questo secondo incontro.
Potremmo dire che è Un sogno che continua. “Solo sognando insieme potremo realizzarlo attraverso l’abbandono di quel senso di onnipotenza, che spesso ci fa sentire esclusivi, e capire che singolarmente siamo solo frammenti di un progetto più grande che dobbiamo costruire tutti insieme. Un progetto che non sia solo di denuncia e di protesta, ma di proposta.” (francesco gesualdi).

Questo secondo appuntamento è promosso dall’associazione di Volontariato MAIA, in collaborazione del Gruppo Insieme per Procida e del Movimento 5 Stelle Ischia e Procida
Si comincia lunedì 25 ottobre alle ore 18.00 presso l’albergo La Vigna. Il titolo scelto è: Sogno e son desto le scelte possibili per un futuro migliore e sostenibile .
Un incontro pubblico per riflettere su un tema: Nuovi stili di vita, le scelte responsabili come opportunità! Come tutelare ambiente e diritti umani, creare occupazione e migliorare la nostra qualità di vita.

Cercheremo attraverso un viaggio che sarà il racconto di esperienze vissute dai protagonisti Michele Dotti e Vincenzo Cenname, di capire come temi quali i diritti umani, la sostenibilità ambientale, la giustizia sociale e lo sviluppo non siano in antitesi tra loro ma possono camminare insieme.
L’incotro sarà di Acciaroli, Angelo Vassallo, perchè il deisderio è quello che questo sia il primo di una serie di incontri per valorizzare la politica comunale virtuosa e modelli di sostenibilità amministrativa
Lo stesso tema verrà trattato martedì 26 ottobre da Michele Dotti che incontrerà le classi 4 e 5 dell’istituto superiore di Procida ad indirizzo sociopsicopedagogico, con un taglio educativo che promuova il senso civico e la responsabilità negli alunni, nella consapevolezza che non si può parlare di diritti di tutti senza riflettere sui doveri di ciascuno.

A conclusione dell’icontro ci sarà una cena conviviale con buffe freddo. Vi chiediamo di portare per favoei un bicchiere. Aaiutiamo l’AMBIENTE! Continua a leggere

STOP al conumo di Territorio. Diretta della seconda assemblea nazionale

Watch live streaming video from monferik at livestream.com

Stop al Consumo di Territorio Oggi nellabella Liguria si tiene un evento importante, poco diffuso dai grandi media, tv e giornali atenti alle vicende della politica italiana del PDL e PD. Questo incontro che si tiene a Sarzana è la seconda assemblea Nazionale STOP al conumo di territorio che potte seguire in diretta dal sito nazionale e assistere ai lavori dell’assemblea plenaria in diretta web . Presenza molto importante è quella di Domenico Finiguerra, sindaco di Cassinetta di Lugagnano (MI) comune pioniere di questa campagna: primo commune italiano a crescita zero.

Questo il fitto programma del nostro incontro nazionale …

Ventuno mesi fa nascevano spontaneamente la Campagna ed il Movimento nazionale per lo “Stop al Consumo di Territorio”, sotto la spinta di un gruppo promotore eterogeneo e molto determinato e dell’esperienza in corso del primo “piano regolatore comunale a crescita zero” attuata dal municipio milanese di Cassinetta di Lugagnano.

Oggi, il manifesto nazionale di Stop al Consumo di Territorio – visibile su web e nella causa e gruppo ospitate dal social network Facebook – risulta essere già stato sottoscritto da quasi 20.000 donne e uomini a titolo individuale, dalle molte migliaia di iscritti a ciascuna delle oltre 200 organizzazioni aderenti a titolo collettivo, senza contare le altre migliaia di persone che hanno siglato l’impegno a fermare il consumo di suolo nel nostro paese attraverso centinaia di banchetti di raccolta firme animati in ogni luogo della nostra penisola. Continua a leggere

PARTECIPARE, INFORMARSI SU QUELLO CHE FA IL POTERE ,PRODURRE IDEE DALLE NECESSITA’ DEL PAESE


di Antongiulio Traiola

Per poter cercare di cambiare la realtà in cui si vive,bisogna partecipare alla vita sociale del proprio paese informarsi sul cosa stanno facendo i tuoi amministratori,che vengono pagati con le tue tasse,e proporre partendo dalle tue necessità idee e soluzioni ,strillandole anche ma cercando nel sociale i tuoi alleati.
Sono stati dati quasi tutti i locali comunali in comodato gratuito ad associazioni che non si vedono sul nostro territorio mentre i giovani procidani ci danno musica teatro e vittorie in competizioni e allora:partecipare vuol dire
INCAZZATI con la tua amministrazione e chiedi uno spazio tra i tanti regalati in sottogoverno per le tue esigenze collettive.

Jaime Lerner canta la citta’

Jaime Lerner ha reinventato lo spazio urbano nella sua citta’ natale Curitiba in Brasile. Nel far questo ha cambiato la prospettiva degli urbanisti di tutto il mondo rispetto al paesaggio metropolitano.

Un video illuminante, pieno di amore e snenso del futuro e fortemente valido anche per noi cittadini di questo occidente del mondo affamato di cemeto e petrolio.

Non siamo un partito, non siamo una casta, siamo cittadini punto e basta.

COMUNICATO POLITICO DEL MOVIMENTO 5 STELLE ISOLA D’ISCHIA
in risposta al comunicato stampa del Movimento Popolare per i trasporti marittimi a firma del coordinatore Nicola Lamonica

E’ enormemente spiacevole sentirsi aggrediti, dopo giorni da una manifestazione che ci ha visti uniti, sebbene con alcune divergenze, e che ha portato ad innegabili risultati.
I ragazzi del Movimento 5 Stelle sono scesi in piazza da cittadini, consapevoli di quanto una causa come quella dei trasporti marittimi unisca tutti, senza colore, senza simbolo, senza partito, senza movimento, senza la necessità di rivendicare alcuna appartenenza politica, ma solo ed esclusivamente difendendo la propria dignità di cittadini. Sapevamo che ogni bandiera, ogni colore avrebbe inevitabilmente allontanato e fuorviato il cittadino, rendendo insignificante la giusta causa per la quale invitavamo alla mobilitazione.

Questa nostra posizione è stata più volte sottoposta al direttivo (di cui facciamo parte) del Movimento (nato su nostro suggerimento ed iniziativa), ribadendo che ogni singolo gruppo ad esso aderente, avrebbe potuto promuovere come meglio credeva la manifestazione, ma che nel giorno prefissato ognuno di noi scendeva in piazza da cittadino, senza bandiere e senza simboli. In cambio abbiamo ricevuto solo silenzio, come silenzio vi è stato alla nostra richiesta di maggiore collaborazione nell’organizzazione e promozione dell’evento, a cui i ragazzi del Movimento 5 stelle hanno dedicato, tempo, impegno, lavoro e danaro.

Il resto, all’infuori di virtuose, ma rare eccezioni, ha sin dalla seconda riunione mostrato inerzia ed esclusiva volontà di far apparire il proprio simbolo sul volantino, senza però far seguire ad esso un reale e fattivo impegno se non al momento della piazza, delle foto, dei ringraziamenti, delle bandiere, delle tv e dell’inutile pavoneggiarsi agli occhi dei presenti, utilizzando un linguaggio ed un atteggiamento preistorico che ha demotivato i presenti, esplosi invece in un poderoso applauso alla richiesta di ammainare le bandiere.

Le stesse Istituzioni che hanno aderito, all’infuori del Comune di Barano, che ha finanziato senza esitazione la stampa di volantini e locandine, hanno latitato per tutta la fase organizzativa, senza nemmeno farci pervenire autorizzazione scritta alla promozione con megafoni della manifestazione, esponendoci al serio rischio di ricevere multe.

Il video di censura fascista, come è stato definito, è frutto del nostro solo ed esclusivo lavoro, come molto della manifestazione, a cui abbiamo lavorato con dedizione ed impegno, ricevendo in cambio dissociazioni sbandierate a più non posso, per mera propaganda ed opportunismo politico come il PCML dei Savio, o voltafaccia ad orologeria come il Comitato Casa, ed infine questa pugnalata alle spalle dello stesso coordinatore, che ha ampiamente dimostrato di non essere in grado di ricoprire questo delicato ruolo, forse anche perchè stanco dei soliti provincialismi che la scena politica isolana offre.

Ci dispiace enormemente appurare che il dialogo politico tra forze presenti sul territorio deve far fronte alle solite beghe e personalismi da quattro soldi. Continueremo a lavorare alla nostra maniera con dedizione e fondamentalmente ribadendo le stesse cose dette durante la Manifestazione del 31/08/2010 in merito alla causa trasporti marittimi, ma con le giuste misure che dichiarazioni dello stampo di quelle diffuse aiutano ad avere.-

Non siamo un partito, non siamo una casta, siamo cittadini punto e basta.

Movimento 5 Stelle Isola d’ Ischia

Loro non si arrendono? Noi li costringeremo a farlo!!!!!!

Salta il tavolo ACAP, la tariffa per residenti resta in vigore

Movimento 5 Stelle Ischia – Salta il tavolo Acap, la tariffa per residenti delle Isole campane sugli aliscafi e traghetti Lauro, Medmar e Snav resta in vigore.
Sembrerebbe che l’incontro tra gli armatori privati e l’Assessore Regionale ai Trasporti Vetrella, non presente fisicamente, si sia concluso con un nulla di fatto in merito agli sgravi fiscali e alle agevolazioni pretese dagli armatori privati. La Regione promette impegno in sede ministeriale, ma le minacce ACAP di sospensione della tariffa per residenti rientrano, evidentemente non sostenute da una determinazione che invece si era vista in passato con le “serrate” imposte e fatte meschinamente passare come scioperi del personale ACAP dipendente, in realtà ricattato e costretto a condizioni di lavoro disumano. Continua a leggere

Andrea D’Ambra sull’intera home de Il Fatto Quotidiano: “C’è del marcio anche a Strasburgo”

dambra.jpg

Nel 2007, grazie ad una petizione, D’Ambra vinse la battaglia contro il balzello del ‘costo di ricarica’ imposto dalle compagnie telefoniche. Ora il David di Ischia ci riprova. Se la sua proposta fosse accettata, i primi a dovere sloggiare sarebbero tre nostri connazionali: Vito Bonsignore, vicepresidente del Ppe, tentata corruzione; Aldo Patricello (Pdl) finanziamento illecito; Mario Borghezio (Lega) incendio aggravato da finalità di discriminazione. E con loro anche i razzisti (condannati) come il francese Le Pen e il britannico Griffin. E poi molti altri. Aiutato dai tedeschi Pöttering e Leinen nella scorsa legislatura, D’Ambra è ignorato dagli italiani: il presidente della Commissione affari costituzionali, Carlo Casini, dell’Udc, non gli risponde nemmeno, perché, dice, non è affar suo. Ma è proprio in Commissione affari costituzionali che a settembre sarà discusso il regolamento generale sui requisiti dei parlamentari. L’Idv vorrebbe inserire un emendamento – Parlamento europeo pulito – che sancisca l’ineleggibilità anche per i condannati in primo grado. Intanto, per iniziativa di quattro eurodeputati – Sonia Alfano, Rita Borsellino, Rosario Crocetta e la francese Eva Jolì – la petizione di Andrea è diventata una dichiarazione scritta che se firmata da almeno la metà dei 736 europarlamentari avrebbe valore di “soft law”. Una specie di parola data che a quel punto sarebbe difficile rimangiarsi.

Fonte: ilfattoquotidiano.it
Contatti:
Andreadambra.eu
Metup Ischia